Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.
Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta il nostro utilizzo da parte dei cookie... scopri di più

La dieta detox del dopo-feste

Dopo gli stravizi delle feste è normale ritrovarsi con qualche chilo di troppo, sentirsi appesantiti e gonfi e vedere la propria pelle più spenta e meno luminosa.

Sono i fisiologici effetti del super-lavoro del fegato e delle digestioni laboriose. Per correre ai ripari si può optare per una settimana di dieta detox, che includa molte vitamine e sali minerali, proteine nobili e cereali ricchi di fibra, che aiutano a ripulire l'intestino.

 

Il segreto è una dieta mai troppo severa

Anche se, durante le feste natalizie, si è esagerato un po' col cibo e i brindisi, non è mai una buona idea fare delle diete fai-da-te privative. Fornire poche calorie o privare l'organismo dei macro-nutrienti basici, infatti, non aiuta a perdere peso in modo sano ma fa solo in modo che si perda acqua, mettendosi a rischio denutrizione e disidratazione, rallentando il metabolismo e riacquistando tutto il peso perso non appena si interrompe il regime alimentare restrittivo.
Una dieta detox non deve mai apportare meno di 1100-1200 calorie al giorno per le donne e 1500-1600 per gli uomini. Ripristinare la propria forma fisica e ridare carica al metabolismo un po' appannato è una cosa possibile con pochi accorgimenti e quasi nessuna rinuncia. È importante ricordarsi di bere almeno 2 litri di acqua al giorno. L'acqua può essere sostituita da the o tisane, non zuccherate ma dolcificate con miele o con dolcificanti a zero calorie.

 

Le proteine

Le proteine sono un ottimo macronutriente e non dovrebbero mai mancare sulla tavola, neanche in regime di dieta detox. Se ci si vuole disintossicare, per una settimana, si possono evitare quelle animali, prediligendo abbondanti porzioni di legumi, soia e tutti i suoi derivati. In alternativa si può consumare tranquillamente carne bianca come pollo e tacchino, pesce, albumi di uova e latticini magri come latte scremato, yogurt e ricotta.

carboidrati

Durante una dieta detox non ci si deve privare dei carboidrati, anche se è meglio consumarli con morigeratezza. Ci si può concedere una porzione al giorno di riso, un cereale grezzo a basso indice glicemico, che si assorbe lentamente, placa l'appetito, evita gli attacchi di fame ed è ricco di fibre. Altre fonti buone di carboidrati derivano dall'avena, dal farro, dall'orzo, dal miglio e dal grano integrale, sottoforma di fette biscottate per la colazione, biscotti e cereali integrali, da aggiungere allo yogurt, al latte o alle minestre. Naturalmente è meglio evitare, per almeno una settimana, i dolci lievitati, i salati come pizze e focacce, la pasta e il pane bianco.

I grassi

Esistono grassi e grassi. Quelli buoni non vanno mai eliminati dalla dieta, perché contribuiscono a mantenere il metabolismo attivo e contrastano l'effetto dei grassi insalubri nel sangue, rendendolo più fluido. Tra i grassi buoni ci sono quelli contenuti nella frutta secca a guscio, nell'olio d'oliva e nell'avocado, oltre che quelli del pesce come sgombri, salmone e sardine.

Un pieno di vitamine

Per detossinarsi gli alimenti con cui bisogna abbondare, senza contarne le quantità, sono la frutta e la verdura. Frutta e verdura sono ricchi di vitamine, di sali minerali e di fibre, tutti micro-nutrienti indispensabili per perdere qualche chilo in modo sano, aiutare il fegato a disintossicarsi, pulire l'intestino e restituire bellezza a pelle e capelli. L'ideale sarebbe consumare la frutta durante lo spuntino di metà mattina o la merenda del pomeriggio, a digiuno, per assimilarne meglio tutti gli enzimi benefici. Frutta e verdura andrebbero sempre scelte di stagione e sarebbe meglio consumarle crude. Visto il periodo freddo, però, anche minestroni e zuppe vanno bene. L'importante è cucinarli in casa, evitando i prodotti confezionati o surgelati, spesso troppo carichi di sodio.

NOVITA' IN LANCIO